Amici 2012: Rivelazione di Carlo, Gerardo Pulli è stato sopravvalutato!

GERARDO PULLI SOPRAVVALUTATO AD AMICI 2012 SECONDO CARLO

Gerardo Pulli è stato sopravvalutato nell’edizione appena conclusa di amici 11. A rivelarlo è stato il terzo classificato Carlo Alberto di Micco al quale però è stato assegnato l’ambito Premio della Critica, votato all’unanimità dalla nutrita parterre di giornalisti. In una recente intervista concessa dal finalista di amici 2012, Carlo Alberto ha ripercorso i momenti criciali dell’ultima edizione del fortunato talentshow di Canale5 rispondendo senza indugio alcuno a tutte le domande del suo interlocutore, anche alle più “imbarazzanti”. Così Carlo, benchè la giovanissima età, ha dimostrato grande carattere e sicurezza nei propri mezzi, riconoscendo i suoi pregi e difetti e quelli dei suoi “rivali” ad Amici.

Sin dalla proclamazione del vincitore, sul web (compreso sul nostro sito) molti fan del talent si sono scagliati contro la decisione del pubblico di aver decretato migliore dell’undicesima edizione di amici (categoria allievi di canto) Gerardo Pulli; e così tra roboanti critiche e sommosse all’indirizzo della decisione in oggetto e dubbi sulla reale bravura del giovane cantante, il quesito principale di questa stagione del talent diventava:Gerardo Pulli è stato davvero il miglior allievo di canto di amici 2012?”. A questa domanda hanno tentato di dar risposta numerosi personaggi e tra questi anche il terzo classificato, Carlo Alberto di Micco, che sebbene riconoscendo le doti d’autore del cantante, ha dichiarato che Gerardo è stato sopravvalutato all’interno della scuola di Amici. Ripercorriamo l’estratto della sua intervista relativo a questo particolare: “….Gerardo ha una grande facilità nel comunicare. Non è il mio ideale di cantante ma ne riconosco le doti di autore. Ha vinto? Sono sempre d’accordo con quello che decide il pubblico. Ho solo espresso la mia perplessità secondo mio gusto personale. A volte credo lui sia stato sopravvalutato dentro la scuola.– poi Carlo parla anche di Ottavio, secondo classificato – “Per quanto riguarda Ottavio abbiamo un bellissimo rapporto e artisticamente lo trovo molto forte. E’ bello da vedere mentre si esibisce e anche da ascoltare nel suo genere. Lo preferirei però più intimista e meno duro sul palco”.

Come potevano mancare le riflessioni sul riconoscimento ottenuto da parte dello stesso Carlo? Così ha risposto alla domanda dell’intervistatore che gli chiedeva se era felice per il Premio della Critica: “Moltissimo. Rispetto la decisione del pubblico di premiare Gerardo ma ricevere il Premio della Critica da giornalisti specializzati in musica mi rende orgoglioso e felice. E’ una vittoria per me. Ho cercato di mostrarmi sempre per quello che sono veramente, senza ammiccare al pubblico o strizzare l’occhio alle telecamere. Senza peli sulla lingua, come sempre” – per quanto riguarda il futuro, Carlo ha concluso con queste parole – “Ho parlato con i vertici della Warner che mi hanno messo sotto contratto. Con loro siamo d’accordo nel pensare a un progetto discografico che non sia ‘pesante’ ma leggero e adatto ad un ragazzo della mia età. Sui tempi di incisione e pubblicazione ancora non so dire nulla”.

E voi, gentili lettori di grandefratellonews.com, cosa ne pensate? Siete concordi con le dichiarazioni di Carlo? Ritenete che Gerardo sia stato sopravvalutato ad amici? A voi sono affidati i commenti del caso.

Loading…

Commenti

commenti