I Cesaroni 5: Riassunto quarta puntata speciale Sicilia 5 ottobre 2012

Riassunto I Cesaroni 5 quarta puntata del 5 ottobre 2012 episodio "Lontano dai Pregiudizi" Ieri sera 5 ottobre 2012 a partire dalle ore 21:10 è andata in onda su Canale5 la quarta puntata della nuova stagione de I Cesaroni (5) questa settimana formata da un solo episodio della durata di 100 minuti.

Pubblicità

Quest’anno, come preannunciato in alcune anticipazioni pre-serie, assisteremo alla messa in onda di 4 puntate speciali de I Cesaroni, di cui la prima andata in onda proprio ieri sera. Cosa si intende per puntate speciali? In queste puntate I Cesaroni cambiano ambientazione, e si trasferiranno per un singolo episodio da 100 minuti (che riguarderà tutta la puntata) in un altra località ben lontana dalla Garbatella. Ieri sera 5 ottobre è andata in scena la prima puntata special con un episodio intitolato “Lontano dai pregiudizi” e ambientato nella bellissima terra della Sicilia, dove manco a dirlo i Garbatelleros Ezio, Cesare e Giulio ne combineranno davvero di “tutti i colori”.

La puntata “speciale” inizia con Ezio e Stefania in casa Cesaroni che ricordano l’automobile dove in giovane età davano vita alle loro effusioni amorose: Una mitica Alfa Arna dove Stefania ed Ezio concepirono anche Walter; quest’ultimo per onorare questi lontani ricordi, decide di mettersi alla ricerca di un’Alfa Arna e dopo aver letto numerosi annunci alla fine la trova. Unico problema a destare la maggiore preoccupazione è l’ubicazione della stessa: La Sicilia. Ezio intende assolutamente far sua l’auto, tenuta come si legge dall’annuncio in ottimo stato e in vendita a 500 euro. Ezio chiede a Giulio e Cesare di accompagnarlo in Sicilia nel weekend, spiegando loro che è un’ottima occasione per “evadere” per due giorni dalla Garbatella e trascorrere un bellissimo fine settimana tra amici. Giulio accetta mentre Cesare oppone resistenza in quanto ha paura della mafia siciliana, poi suo malgrado accetta. I tre partono da Fiumicino e l’avventura inizia. Arrivati in un paesino siciliano, tutti gli abitanti osservano ogni loro mossa, e i pregiudizi di Cesare la fanno da padrone; in un bar ascoltano in tv che nei paraggi si nasconde un sanguinoso latitante e Cesare invita i suoi amici ad andarsene. Intanto arriva il venditore dell’Alfa e si presenta ai tre accogliendoli calorosamente nella sua abitazione; all’inizio i tre credono che il venditore sia un killer, ma si tratta di un equivoco in quanto scoprono che è un cacciatore di quaglie. Dopo aver magiato e bevuto nell’ultimo pranzo della domenica, Ezio (ancora sbronzo) paga l’auto al venditore e i tre ripartono per Roma. Il venditore siciliano si rende conto che anzichè 500 euro, Ezio gliene ha dati 600 e si mette sulle loro tracce per riconsegnargli 100 euro; intanto i Garbatelleros si perdono per le vie della campagna sicialiana e alla fine arrivano a chiedere aiuto a un signore in un casolare. Chi è? E’ Cannavota, proprio il sanguinoso latitante ricercato da oltre 40 anni. Ezio, Cesare e Giulio non lo riconoscono e credono sia Camilleri, noto scrittore di Montalbano. Il latitante si serve di loro per consegnare alcuni “pizzini” e successivamente per spostarsi; scendono in un bar e dopo aver letto un giornale riconoscono che l’uomo conosciuto non è Camilleri bensì il latitante Cannavota e la paura pervade sul loro volto. Il latitante si fa accompagnare in una campagna e dopo aver fatto scavare loro una profonda buca, è pronto per ucciderli tutti e tre ma all’improvviso arriva il venditore dell’Alfa che da tempo li inseguiva e li salva; il latinante viene arrestato e Giulio, Ezio e Cesare (assieme a Salvo) diventano gli eroi della Sicilia.

Tornati a Roma, vedono che alla Garbatella è festa. Ma non per loro. Arriva Sergio Muniz per inaugurare l’uscita di un calendario realizzato dalla libreria di Stefania e Lucia il cui ricavato va in beneficenza; le donne impazziscono per Muniz, mentre i Garbatelleros non lo riconoscono nemmeno. Nei giorni d’assenza di Giulio, i negozi della Garbatella sono stati tappezzati da un altro calendario con Giulio in costume, ma Lucia per indubbia gelosia, decide la via Muniz per rimediare al problema.

Nel frattempo problemi in casa Cesaroni con Marco che dopo esser andato a prendere sua figlia a Parigi al fine di trascorrere alcuni giorni con lei, non riesce a farla star bene, ma con l’aiuto di Maya, ben presto capisce che a Marta non serve darle cose particolari ma soltanto tutto il suo amore, e la sua spontaneità. Marta si affeziona a suo papà, e Marco telefona ad Eva al fine di tenerla ancora con lui per qualche altro giorno. Eva accetta, e Marco è felicissimo. Intanto la band di Rudy, Miriam, Budino e Diego fa passi da gigante e giunge ad ottenere l’ok da Francesco per esibirsi alla prima nel suo locale; a rovinare il tutto è la gelosia di Rudy, che proprio poco prima del debutto nella sala prove (scantinati del locale) scopre Miriam e Diego baciarsi appassionatamente (era chiaro…i due si piacevano da tempo). Accecato dalla gelosia, Rudy smette di suonare nel bel mezzo del concerto (era iniziato piuttosto bene) e scappa via, mandando così tutto in fumo; solo Alice conosce il motivo in quanto anche lei ha visto Miriam e Diego baciarsi. La puntata termina proprio su questa scena, con Alice che lascia intendere all’amica Jolanda i motivi dell’abbandono di Rudy; le due ragazze, infine, continuano a lavorare nel locale per guadagnare ancora denaro utile allo sviluppo del loro progetto web di vendita delle loro creazioni (abiti da donna).

Loading…

Commenti

commenti