Squadra Antimafia 4 Palermo Oggi: Riassunto ottava puntata 5 novembre 2012

Il riassunto dell'ottava puntata di Squadra Antimafia 4 del 5 novembre 2012

Ieri sera 5 novembre 2012 su Canale5 a partire dalle ore 21:15 circa, a seguito dell’appuntamento quotidiano in access time con Striscia La Notizia, è andata in onda l’ottava puntata di Squadra Antimafia 4 Palermo Oggi, la fiction prodotta da TaoDue per RTI e assoluta regina d’ascolti in questa parte di stagione televisiva. Anche ieri sera squadra antimafia è riuscita a confermare le sue medie d’ascolto stagionali imponendosi con una media di 5 milioni e 110 mila telespettatori in valore assoluto e il 18,26% di share. Dopo aver introdotto l’ennesimi ed ottimi risultati auditel ottenuti da SAM4, passiamo al racconto della trama dell’ottava puntata della fiction.

Pubblicità

La puntata inizia con il Vicequestore Domenico Calcaterra e l’ex regina di Palermo, Rosy Abate che si svegliano all’indomani di un focoso incontro passionale nel garage di Palladino, dove Mimmo, Francesca e Palla tengono nascosta proprio l’Abate. La settima puntata terminò proprio con la pensate scena di sesso tra Mimmo e Rosy, con la scena di sesso tra il poliziotto e la mafiosa che tanto ha fatto discutere sul web (e non solo – DETTAGLI). L’ottava puntata di Squadra Antimafia andata in onda ieri sera era molto attesa dal pubblico, tra le altre cose, proprio in virtù della passione nata tra Rosy e Domenico: Cosa ne sarà di loro? Si è trattato di un semplice ed occasionale incontro passionale oppure tra ci sono le basi affinchè si possa sviluppare qualcosa di concreto? L’ottava puntata ha soddisfatto parte dei dubbi dei telespettatori, forse rinviando al termine della fiction, o alla quinta stagione della stessa, alcune delle risposte. Come dicevo pacanzi, la puntata inizia al termine dell’incontro passionale tra Mimmo e Rosy, ma a rovinare il magico momento ai due ci pensa Pino U Cannuni che assieme ad altri due picciotti fa irruzione al garage di Palla per uccidere Rosy; Mimmo e l’ex regina di Palermo riescono a sventare l’agguato. Domenico e Rosy uccidono due picciotti, mentre Pino riesce a mettersi in fuga. Rosy viene messa in riparo preventivo alla Duomo (in attesa di nuova sistemazione), mentre poco dopo Calcaterra incontra segretamente un medico legale al quale chiede di eseguirgli un test DNA di paternità sul feto della bimba che Claudia portava in grembo, al fine di scoprire a chi appartenesse. Nel frattempo dopo essersi riabilitato dalla ferita d’arma da fuoco sulla spalla, De Silva ritorna nella residenza dei Mezzanotte, ed abbraccia l’amico ritrovato, Armando; quest’ultimo nota però un particolare atteggiamento da parte di De Silva, e inizia a dubitare della sua parola, mentre Dante è sempre più innamorato di Ilaria Abate e decide di sposarla al fine di farle cambiare cognome. Armando ha molti dubbi anche su Ilaria, e così fa nascondere dai picciotti numerose telecamere nelle stanze frequentate dalla donna. Intanto De Silva ha un nuovo progetto “prima di parire”: Invoglia Dante ad investire i 500 milioni rubati da Ilaria (e lui) al Comitato, in un ingente traffico di stupefacenti, ed inizia così la guerra a Palermo contro Scianna. Poco a poco la cosca de deteneva il traffico di cocaina a Palermo viene sgominata dai Mezzanotte e da una retata della Duomo che sequestra tutto il quantitativo di stupefacenti allo stesso Scianna; ma i Mezzanotte vogliono di più. Su indicazione di De Silva decidono di volare a Milano per incontrare un importante tramite con il quale gli Afghani importano l’eroina in Italia. Grazie ai 500 milioni di euro a loro disposizione, i Mezzanotte decidono di mettere le mani sul traffico di eroina in tutta l’Europa. Dopo le iniziali titubanze dell’Afghano che regola i traffici con l’Italia, ottengono l’ok dallo stesso e l’operazione ha inizio dopo che i Mezzanotte effettuano un trasferimento di 50 milioni di euro come anticipo; intanto la nave con il carico è già in viaggio. I Mezzanotte possono festeggiare, e ciò avviene proprio nel giorno delle nozze di Dante ed Ilaria. Al ricevimento accade l’impensabile: La Duomo fa irruzione nella residenza della famiglia (lo ha scoperto dopo aver usato come esca Rosy, dopo che la talpa dei Mezzanotte, Giulia Platania, è stata smascherata dal suo compagno Pietrangeli – Giulia fa telefona a Pino e informa che all’indomani Rosy è all’ospedale, così le preparo un agguato – Rosy si salva grazie al giubotto antiproiettili e la Duomo scopre il rifugio di Pino e dei Mezzanotte), e nel tentativo di mettersi in salvo restano ferite molte persone ed uccisi molti picciotti. Il milanese che regola lo scambio d’eroina, presente anch’egli alla cerimonia, riesce a mettersi in salvo; stessa cosa per De Silva, Armando, Ilaria e Dante. Tuttavia la Duomo, dopo uno scontro a fuoco tra Pino U Cannuni e Calcaterra, riesce ad arrestare il picciotto più fidato dei Mezzanotte (è trasportato d’urgenza in ambulanza).

Durante la retata De Silva incontra fortuitamente Rosy (di sua iniziativa si è trvestita da poliziotta ed ha fatto irruzioen nella villa) e quest’ultimo le da un appuntamento nel bosco poco lontano dalla villa. Cosa vuole De Silva? Poco dopo Rosy confessa l’incontro a Calca e così nel bosco De Silva ha un’amara sorpresa: C’è proprio Domenico ad attenderlo! Rosy intanto attende in auto. Qui scopriamo l’impossibile; in occasione dell’incontro De Silva svela a Calca che non è un colluso con la mafia, ma continua a lavorare per i servizi e ha così deciso di compiere l’ultima azione buona prima della sua morte (dice che gli è rimasto un mese di vita): Sgominare iul più grande traffico di stupefacenti del mondo e spiega a Calcaterra che è stato tutto organizzato da lui. Mimmo non crede a de Silva e promette di sparargli…sfortuna volle che De Silva fù seguito da Armando. A quanto pare i dubbi del fratello maggiore dei Mezzanotte erano giusti. De Silva è soltanto un infiltrato che vuole far arrestare tutti? Armando ascolta l’intera conversazione tra De Silva e Calcaterra, e poi entra nell’auto del poliziotto e punta un coltello sul viso di Rosy Abate. L’ottava puntata di Squadra Antimafia 4 termina proprio qui…sul più bello. Come andrà a finire? Si salverà Rosy Abate e soprattutto sono veritiere le parole di De Silva? Sono davvero quelle le sue intenzioni? Non ci resta che attendere l’attesissima nona puntata di squadra antimafia 4, la penultima della stagione, per ottenere molte risposte. L’appuntamento con SAM4 è lunedì 12 novembre in prima tv assoluta su Canale5 (nel corso delle prossime ore e dei prossimi giorni troverete diversi approfondimenti sulla fiction nel nostro sito).