Squadra Antimafia 4 Palermo Oggi: Le anticipazioni nona puntata 12 novembre 2012

Anticipazioni Squadra Antimafia 4 nona puntata di stasera 12 novembre 2012 Dopo una settimana di lunga ed estenuante attesa, torna finalmente stasera 12 novembre 2012 Squadra Antimafia 4 Palermo Oggi con una nuova puntata in prima tv assoluta su Canale5. Anche stasera l’orario d’inizio per l’appuntamento con la fiction di Taodue e RTI è sempre lo stesso: Ore 21:10 circa, subito dopo l’access time di “Striscia La Notizia”. Cosa accadrà nella nona puntata di SAM4 in onda stasera? Iniziamo con l’anticipare che la nona puntata di stasera aprirà come sempre con un mini-riassunto con le scene relative alle situazioni più importanti avvenute durante la puntata andata in onda sette giorni fa, subito dopo si ripartirà proprio da lì, dall’ultima scena colma di suspance che ha lasciato gran curiosità e mille dubbi agli oltre 5,2 milioni di telespettatori della fiction. De Silva, Rosy Abate e il Vicequestore Domenico Calcaterra hanno i minuti contati? In queste ultime ore ci siamo posti numerosi interrogativi a tal riguardo, avanzando nell’elaborato poco sopra linkato, possibili sviluppi della trama inerente alla nona puntata. Prima di introdurre le anticipazioni pre-puntata relative all’appuntamento di stasera, facciamo come sempre un approfondimento e un breve riepilogo di quanto avvenuto precedentemente. Dopo l’irruzione della mobile della Duomo nella residenza dei Mezzanotte dove era in corso il banchetto nuziale per le nozze di Dante Mezzanotte e Ilaria Abate “La Viola”, ad avere la peggio è stato Pino “U Cannuni”, rimasto in fin di vita a seguito dello scontro a fuoco con Mimmo; questa sera capiremo se Pino si salverà (è stato portato d’urgenza in ospedale). Per i Mezzanotte Pino rappresenta una grave perdita; da sempre picciotto di fiducia della famiglia, di recente proprio grazie al suo intervento in collaborazione con sua moglie, era riuscito a corrompere la compagna di Sandro Pietrangeli, ottenendo così importantissime informazioni sul luogo dove la Duomo teneva nascosta Rosy Abate (il garage dell’ex pista di Go Kart di Palladino) e in generale sull’evoluzioni delle indagini; dalla retata posta in essere dalla Duomo grazie all’intuizione proprio di Pietrangeli e all’uso come esca della sua compagna, ci sono stati numerosi arresti ma anche un’incredibile spargimento di sangue, a seguito dello scontor a fuoco tra i malavitosi presenti al banchetto e gli agenti della mobile.

Pubblicità

Durante la retata, la collaboratrice di giustizia Rosy Abate, non ha rispettato le indicazioni di Mimmo, e dopo esssersi travestita da poliziotto, ha fatto anch’essa irruzione nella residenza dei Mezzanotte; nella residenza l’ex regina di Palermo incontra fortuitamente De Silva, il quale invita Rosy ad incontrarlo poco dopo in un bosco adiacente. De Silva deve spiegare a Rosy alcune cose molto importanti. Cosa esattamente? Calcaterra grazie alle telecamere di sorveglianza a circuito chiuso presenti nella villa, scopre che Rosy ha parlato con De Silva. Cosa le ha detto l’ex agente dei servizi? Rosy spiega a Calca dell’incontro e poco dopo i due giungono a destinazione anticipando proprio De Silva; quest’ultimo arriva poco più tardi e scopre l’amara sorpresa, in quanto ad attenderlo non c’è l’Abate (è nell’auto di Mimmo) bensì il Vicequestore che gli punta la pistola. Qui il colpo di scena inatteso, o quasi…De Silva fa parte ancora dei servizi? Pare proprio di si, o almeno è questo che lascia intendere a Calca. Supplica Mimmo di non arrestarlo in quanto sta lavorando al fine di far arrestare i Mezzanotte dando in pasto alla polizia la più grande rete di traffico di droga del mondo; i Mezzanotte con l’ausilio di un tramite milanese hanno concluso nei giorni antecedenti (proprio su indicazione di De Silva) un accordo con un noto trafficante Afghano per una partita di eroina pari a 500 milioni di euro. Secondo quanto asserito da De Silva a Mimmo, è la sua ultima azione buona prima del suo decesso; il cancro al cervello avanza, e i medici gli hanno dato solo un mese di vita. Nelle anticipazioni e l’approfondimento postato nei giorni scorsi abbiamo vagliato l’ipotesi di un suo reale decesso, mentre Rosy e Mimmo ovviamente usciranno indenni dalla scena. Quale scena? Proprio quella di cui stiamo parlando; Ad assistere all’incontro tra Domenico e De Silva, c’è Armando Mezzanotte che ha seguito “Lo stregone” proprio perchè nell’ultimo periodo nutriva forti dubbi nei suoi confronti. Armando, assieme a Dante ed Ilaria, dopo esser riusciti a scappare dalla retata dela Duomo, sono in una nuova località segreta, mentre De Silva era uscito “per una commissione”- la commissione era proprio incontrare Rosy. Ma perchè De Silva avrebbe dovuto confessare tutto a Rosy? Forse per far girare alla polizia le informazioni segrete evitando così di farsi arrestare? Oppure aveva in mente di raccontare tutt’altra storia all’Abate? Nella puntata di SAM4 in programma stasera 12 novembre chiariremo questi dubbi, così come il dubbio più importante: Come riuscirà Rosy a mettersi in salvo da Armando Mezzanotte? Il fratello di Dante, dopo aver seguito De Silva ed ascoltato quanto dichiarato dall’ex agente dei servizi a Calcaterra, irrompe nell’auto del Vicequestore e punta un coltello a Rosy…l’ex Regina di Palermo è nei guai, sarà Calca a salvarla inducendo così De Silva alla fuga? Di seguito le anticipazioni della nona puntata di Squadra Antimafia 4.

Anticipazioni Squadra Antimafia 4 Palermo Oggi, nona puntata del 12 novembre 2012: Vi ricordate il magistrato corrotto di squadra Antimafia Giorgio Antonucci, ben interpretato dall’attore Gianmarco Tognazzi? Per la “gioia” del pubblico di SAM4, questa sera Antonucci tornerà in scena e non saranno pochi i colpi di scena che porterà con se, a partire proprio da Claudia Mares e della paternità del bambino che portava nel grembo; Calcaterra continua ad indagare segretamente sulla paternità del bebè della Mares, e alcuni indizi lo porteranno proprio a credere che l’amante segreto della Mares foss proprio Antonucci. Tra gli altri colpi di scena della puntata c’è l’alleanza tra De Silva e Calcaterra che condividono lo stesso scopo: incastrare la fitta rete di traffico di stupefacenti tra gli afghani e i Mezzanotte, con quest’ultimi che iniziano a distribuire l’eroina nel nord dell’Italia guadagnando raddoppiando in poco tempo i loro capitali. I Mezzanotte iniziano ad espandere il traffico, e dopo aver conquistato Palermo, e il Nord Italia mirano alla conquista dell’Europa. Pocanzi abbiamo introdotto nuovamente la scena finale dell’ottava puntata che ci ha lasciati col dubbio: Si salverà Rosy? La risposta è si, per i dettagli rinviamo alla messa in onda della puntata di stasera. Intanto sempre Antonucci vuole convincere Domenico a non fidarsi di Rosy Abate e così facendo alla fine Mimmo si troverà dinanzi a una trappola mortale. Prosegue infine l’indagine separata di Pietrangeli, tornato operativo a tutti gli effetti nella Duomo, per arrivare ad incastrare il killer mercenario Nerone, ingaggiato più volte dai Mezzanotte e dalla stessa Ilaria, e autore dell’omicidio di Luca Serino nel treno nella prima puntata di Squadra; Pietrangeli continua a stare alla calcagne della sua compagna Giulia Platania, come già detto talpa dei Mezzanotte (Pino Cannuni) scoperta dallo stesso Pietra. Questo e molto altro accadrà nell’attesissima nona puntata di squadra antimafia 4 in programma, lo ricordo, stasera 12 novembre 2012 a partire dalle ore 221:10 circa sull’ammiraglia Mediaset (Canale5).

Un commento

Loading…

Commenti

commenti