Fabrizio Corona latitante: L’appello di Lele Mora e Sara Tommasi

Latitanza Corona, parlano Sara Tommasi e Lele Mora

Continua la latitanza di Fabrizio Corona. Dopo l’indiscrezione trapelata sul giornale Oggi.it riguardo un presunto avvistamento dell’ex paparazzo a Santo Domingo (indiscrezione – Casa de Campo, ndr), prendono ancora vita, in Italia, disperati appelli per un suo ritorno. Fabrizio deve costituirsi consegnandosi così alla legge; questa tesi trova d’accordo tutti i suoi familiari e gli amici più intimi. Dopo gli appelli dei suoi genitori e dell’ex suocera (mamma di Nina Moric, ndr) giungono anche i messaggi da parte di diversi suoi amici, che sperano in un immediato ritorno dell’ex paparazzo più famoso d’Italia. Qualche ora fà, si sono espressi a tal proposito la showgirl “bocconiana” Sara Tommasi e l’ex agente dei vip Lele Mora, del quale per molti anni Fabrizio Corona è stato suo fedele braccio destro. Ripercorriamo insieme cos’hanno detto.

Pubblicità

DICONO DI LUI, SARA TOMMASI. Intervenendo ad Affari italiani, Sara Tommasi ha affermato di essere dispiaciuta per quello che è accaduto a Fabrizio Corona. La ragazza ha raccontato di aver sentito il re dei paparazzi la sera prima della sentenza e che non si sarebbe mai aspettata una fuga dalle autorità. Ma vediamo nel dettaglio quali sono state le sue parole: “Mi spiace tantissimo per quello che è successo. Il giorno prima, giovedì sera, Fabrizio Corona mi aveva chiamato e ci eravamo salutati. Mi aveva telefonato,  perché voleva sapere  se fosse vera l’indiscrezione di un mio flirt con Cruciani, voleva scriverlo sul suo Social Channel. Gli ho detto di no.” – poi parla della notizia della latitanza e della pena eccessiva (secondo lei e l’Avv. Marra) inflitta a Corona – “Quando ho sentito la notizia della sua fuga sono caduta dalle nuvole e sono molto triste se penso che non lo rivedrò più. Non so dove sia.. anche l’avvocato Marra dice che al massimo per un reato del genere la pena è di un anno con la condizionale. Cinque sono davvero tanti.”

DICONO DI LUI, LELE MORA. Osipte di Barbara D’Urso negli studi di Domenica Live, l’ex agente dei vip Lele Mora si è espresso sulla vicenda che riguarda Fabrizio Corona. Ha ivitato il fotografo a consegnarsi alle autorità definendo questa la cosa più giusta da fare. Lele Mora poi ha avuto modo di parlare anche della sua esperienza in prigione. Ma vediamo i dettagli di quanto asserito: “Consegnati alla polizia, è la cosa più giusta per te e per la sua famiglia!” – poi racconta alcuni aneddoti sull’esperienza vissuta in carcere – “In carcere stavo malissimo, sono dimagrito tanto e non riuscivo più a mangiare. Il carcere è un luogo particolare: per capirlo bisogna viverlo. Io sono un maniaco della pulizia e prima di fare la doccia compravo tutti i detersivi possibili e pulivo anche per un’ora di seguito. La mia cella era una piccola stanza, diventata come un guscio per me.“