Sanremo 2013: Fazio, Littizzetto e Crozza, gli italiani vogliono Musica!

Tre, due, uno.. si inizia! Ogni edizione del Festival della Canzone Italiana porta con se strascichi e dicerie di ogni genere. Non è da meno la 63esima edizione, la presente per l’appunto.

Pubblicità

Inizio prima io o inizi prima tu? Ed alla fine inizia prima proprio Sanremo 2013, battendo sul filo di lana le elezioni politiche rimandate al 24 e 25 febbraio. C’è grande attesa e curiosità per la prima serata in programma su RaiUno.Troveremo un cast prettamente in stile.. Raitre, ma non chiamatelo evento voluto. E’ stato un caso. Fortuna volle che condurre la sessantatreesima edizione di Sanremo fosse proprio l’accoppiata vincente della terza rete e composta dal “sobrio” Fabio Fazio e dall’eclettica Luciana Littizzetto. Ma non vogliamo un festival stile “Che tempo che fa”, con tutto il rispetto per il programma in questione. Stasera deve riecheggiare la musica, la musica italiana…

Politica e battute varie, pensate facciano al caso con la prima serata sanremese? Speriamo davvero di no. Di lì a poco ci ritroveremmo a commentare ciò, intrisi di disperata noia e senza alcuna malizia. Il festival a noi piace classico, o quantomeno normale. Nella norma. Chiediamo troppo? A noi interessa festeggiare la musica italiana, la musica del Belpaese con tutte le sfacciettature possibili. Siamo felici di ascoltare le nuove voci e riascoltare ancora i grandi del passato. Stasera oltre che a questi bravi ragazzi che giungeranno con questo specifico ordine sul palco dell’ariston, Marco Mengoni – Raphael Gualazzi – Daniele Silvestri – Simona Molinari con Peter Cincotti – Marta sui Tubi – Maria Nazionale – Chiara Galiazzo, verremo catapultati nel dolce ricordo di Lucio Dalla, per mezzo del ricordo di Marco Alemanno.

Questa sera ci sarà anche Toto Cutugno tra gli ospiti d’eccezione di questa prima sanremese, oltre a Felix Baumgartner. Non è tutto. No, non è tutto. Direttamente in collegamento da Ballarò, arriva tutto per voi, un inedito Maurizio Crozza. Soddisfatti? Beh, a chi non piace il comico genovese? Copertine a parte, speriamo che stasera abbia ben altro cui commentare capace, nell’occorrenza, d’esser ben lungi da politica, politicanti e dietrologie sui Papi. Già perchè, oltre a non voler sentire nulla di politica nelle serate sanremesi, spero che venga lasciata al suo posto la Chiesa Cattolica con tutti i suoi problemi dei quali si trova a dover risolvere i tempi relativamente brevi. Non è il luogo adatto, il palco di Sanremo, per dibattere ciò. Ad ogni luogo, il suo argomento. E la nostra speranza, si unisce alla voce di milioni di italiani che stasera saranno sintonizzati sull’ammiraglia di casa Rai per assistere al trionfo della musica italiana. La nostra musica. Non è cos’ Fabio, Luciana e Maurizio?

Loading…

Commenti

commenti