Sanremo 2013: Prima serata 12 febbraio – Fischi a Maurizio Crozza

Sanremo 2013, fischi e consetazioni a Crozza-Berlusconi

Doveva essere una serata di sola musica. La serata della musica. La prima puntata di Sanremo andata in onda ieri sera [12 febbraio 2013, ndr], a partire dalle ore 20:45 su RaiUno è stata “macchiata” da alcuni interventi di natura politica cui avremmo potuto fare anche a meno.

Pubblicità

Poche ore prima dell’inizio della serata, pur sapendo che tra gli ospiti della prima puntata ci sarebbe stato il noto comico genovese Maurizio Crozza. Conosciamo la natura satirica del fautore della copertina di Ballarò, e ancor più lo sapeva anche Fazio. Il 24 e 25 febbraio gli italiani saranno chiamati al voto per eleggere il nuovo Governo: Sarà una scelta difficilissima visto il delicato momento atrraversato dal nostro Paese, o meglio, da noi cittadini. Una scelta difficile che non ha però bisogno di esser continuamente nutrita da satira politica anche fuori luogo. Personalmente stimo molto Crozza, ma come dissi nella prefazione alla prima puntata di Sanremo, ritengo che la politica (satira compresa) debba aver diversa collocazione che il palco dell’Ariston, in prima serata su RaiUno. Gli italiani sono stufi di sentir le solite cose, propaganda o meno. Già perchè l’intervento di Crozza di ieri sera, benchè si possa criticare per il fatto che ciò sia avvenuto (il che ovviamente dipende soprattutto da chi lo ha invitato) è stato puramente par condicio. Un avvio totalmente in stile Berlusconi, con tanto di giacca e cravatta con qualche centinaia di euro che fuoriusciva dal tascino, e una parrucca ad hoc per l’occasione (già mostrata a Ballarò). Terminato “Berlusconi”, Crozza intende passare alla seconda parte del suo intervento, ma qualcosa non va nel verso giusto e il comico è impossibilitato al proseguio. Cosa lo blocca? Beh trattasi di qualche persona tra il pubblico che non vede assolutamente bene la presenza del comico sul palco dell’Ariston. Le critiche di queste persone si estendono a macchia d’olio. Una reazione a catena, capace in pocchisimi secondi di coinvolgere gran parte dei presenti. Il pubblico fa presente al comico che è la serata della musica, VIA LA POLITICA DA SANREMO, grida qualcuno. Le telecamere della Rai catturano lo sguardo perplesso del comico, il quale non lo si era mai così visto impacciato in tv e il tutto sottolineato da un accenno di occhi lucidi. Le urla aumentano, fischi e sonori “buuuu” all’indirizzo del protagonista della copertina di Ballarò, impossibilitano il continuo del suo intervento. E’ compito del buon Fabio Fazio riportare l’ordine in sala, il quale spiega ai gentili ospiti di far concludere questo comico italiano tra i più apprezzati e trarne alla fine ogni considerazione. Maurizio ringrazia di cuore Fabio, e alla fine occorrono 2 interventi al conduttore del festival per far completare l’intervento del comico.

Crozza riparte alla grande. I fischi incivili vengono meno, e col passare dei minuti si trasformano in applausi scroscianti. Allontanati dalla sicurezza dell’Ariston le persone che avevano destabilizzato la calma dell’ambiente, dopo l’imitazione di Berlusconi, Crozza continua imitando tutte le altri principali candidati Premier, imitando Montezemolo per la lista civica Mario Monti. Per gli altri spiccano le straordinarie imitazioni di Bersani ed Ingroia. Alla fine tutti si son resi conto che non era intenzione assoluta di Crozza far propaganda, bensì la solita e pura satira completamente par condicio. Quando si invita un personaggio così ben si sòà a posteriori quale sarà la natura dei suoi interventi. Via la politica da sanremo, anche noi la pensiamo così. Semmai non doveva esser invitato, ma che colpa ne ha Maurizio ormai sul palco? E’ stato subissato di fischi, che senza indugio alcuno oserei dire INGRATI, INCIVILI ed INGIUSTI. Prima di tutto è un uomo, e come tale va rispettato. E’ stato per lui un gran colpo basso; visibilmente emozionato, non riusciva nemmeno ad andare avanti. I buu, le grida e gli schiamazzi fanno male a tutti, anche ai più grandi professionisti del palco. Complimenti dunque al comico per aver tenuto botta, un bel nove in pagella per l’esibizione. Qualche punto in meno a chi ha deciso di invitarlo…

LA MUSICA. Sanremo 2013 è stata anche musica. Già, è il festival della musica. La prima serata, come da tempo era stato già anticipato dallo stesso Fazio, ha visto le doppie performance dei big che hanno presentato due brani, l’uno dopo l’altro; compito dei televontanti (50% di impatto al risultato finale) e della sala stampa (impatto del restante 50%) scegliere quale brano andrà a gareggiare ufficialmente giovedì 14 febbraio. Di seguito il responso nel preciso ordine.

Marco Mengoni: Brani- L’essenziale e bellissimo /  VINCE:L’ESSENZIALE.

Raphael Gualazzi: Brani- Senza ritegno e Sai / VINCE: SENZA RITEGNO.

Daniele Silvestri: Brani- A bozza chiusa e Il bisogno di te / VINCE: A BOCCA CHIUSA

Simona Molinari con Peter Cincotti: Brani- Dr. Jeckyll & Mr. Hyde e La felicità / VINCE: LA FELICITA’

Marta sui Tubi: Brani- Disperi e Vorrei / VINCE: VORREI

Maria Nazionale: Brani- Quando non parlo E’ Colpa mia / VINCE: E’ colpa mia

Chiara Galiazzo: Brani- L’esperienza dell’amore e Il futuro che sarà / VINCE: Il futuro che sarà

Le canzoni che passano il turno le troveremo nuovamente domani [giovedì 14 febbraio 2013, ndr] nella terza serata del festival per contendersi la vittoria finale. Ottime le performance musicali. Se si può dire, mi ha piacevolmente colpito la canzone di Daniele Silvestri A bocca chiusa e quella di Maria Nazionale. Non mi dispiace nemmeno l’azzeccato duetto Molinari-Cincotti. Per quanto riguarda l’extra musica, abbiamo rivisto sul palco dell’Ariston dopo molto tempo, Totò Cutugno, totalmente in nuova veste. Scortato da 40 soldati russi-rossi, ha cantato Italiano. Fazio lo ringrazia e lo invita a non politicare, ben coscenzioso che in serata se nè fatto già troppo, e forse, i fischi roboanti sono stati tutti utilizzati per la prima parte della performance di Crozza di cui pocanzi vi abbiamo parlato. Ma in fondo…Sanremo è Sanremo. E stasera si replica…

Voto Littizzetto: 8 / Fazio: 7

Accoppiata: 9