Sanremo 2013, Marco Mengoni: L’essenziale messaggio ai fan (e a tutti)

Potremmo per certi versi definirloL’essenziale messaggio ai fan…, già proprio l’oggetto della nostra vignetta che ritrae Marco Mengoni nel video ufficiale del brano trionfatore del festival di Sanremo 2013.

Pubblicità

Cos’è l’essenziale per Marco Mengoni? Da giorni fan ed accreditati giornalisti continuano a domandarlo al giovane cantante, il quale con la raffinata sobrietà che lo contraddistingue, risponde con toni pacati rinviando i suoi interlocutori all’essenza della vita e ai valori etici, civili e morali che dovrebbero (purtroppo non è sempre così, ndr) esser messi al primo posto da ogni indivudio. Al primo posto prima di ogni altra futile cosa. Proprio la futilità deve assumere caratteri extra, non principali. Lo sbaglio della società moderna è relativo alla confusione generata tra cosa sia principale il futile e l’essenziale. Non ci sono dubbi. Pur sembrando per ovvi motivi un vero e proprio paradosso, sono sicuro che così non è. L’essenziale che ci suggerisce Marco, è tutt’altro che il futile dei nostri giorni, la cui immagine, l’aspetto esteriore e il voler constantemente apparire sempre al top, tiene la priorità su tutti (o quasi, per fortuna) a discapito dei veri valori cui si dovrebbe fondare la società CIVILE.

Il messaggio di Marco è forte e chiaro, speriamo davvero sia ben compreso dai milioni di italiani che hanno avuto modo in questo giorno di apprezzare le sue dolci note, ottimanente interpretate dalla voce del giovane cantante di Ronciglione. Un messaggio che non si ferma ai soli fan del cantante ventiquattrenne, ma si estende a tutti: Non a caso la sua riproposizione è stata capace di trionfare a Sanremo. In queste ore il video de “L’essenziale” è stato visitato da milioni di utenti, tanto da far bloccare il canale youtube ufficiale [QUI IL VIDEO]. Un segnale evidente che dimostra come il messaggio vuole esser reperito.

UN ALTRO MESSAGGIO, STAVOLTA POST-VITTORIA. Non solo il messaggio “celato” nel brano L’essenziale, ma anche un vero e proprio messaggio postato sul social da Marco a poche ore di distanza dalla vittoria sanremese. Così scrisse nell’occasione il cantante ai suoi fan: “Nonostante 15 minuti di sonno e la stanchezza che pian piano appanna la vista, vedere i vostri occhi soddisfatti ed orgogliosi e leggere i vostri pensieri mi da la forza per affrontare questo nuovo percorso, tutto quello che avete fatto in questo Sanremo non ha prezzo… e non c’è premio che tenga…il mio premio siete voi in questi giorni…il mio premio siete voi da quattro anni a questa parte. Grazie squadra fortissimi!!!!”.

IL VINCITORE A IL CORRIERE DELLA SERA. Come anticipato in un nostro precedente elaborato, Mengoni è stato raggiunto telefonicamente (e non) da molte redazioni di organi d’informazione, desiderosi di ottenere apprendere le dichirazioni post-vittoria del giovane cantante. Tra queste spicca senza dubbio l’intervista rilasciata al Corriere della Sera, dove Marco spiega chiaramente il suo “dovere” di vincere questo Festival; i dettagli: “Dovevo vincere Sanremo per far capire che ho scritto anche molti pezzi dei miei dischi precedenti. Forse quelli non erano piaciuti a nessuno, non hanno fatto clamore”. La vera essenza del suo intervento a il Corriere della Sera, la troviamo nel momento in cui parla del suo cambiamento: “Sono tornato alle origini, ad aspetti più terreni e meno metafisici. Per la voce mi rifacevo sempre a modelli oltreoceano, ora mi ispiro al nostro romanticismo. Nei testi do più peso alle parole, cerco concetti più semplici e mi faccio meno pippe mentali. Tutto questo l’ho scoperto grazie alla collaborazione con tante altre persone che hanno aiutato a cogliere cose di me che prima non capivo bene”. Il romanticismo orami fa parte di Marco, e a sua volta lui fa parte del cuore di molti. Fan e tutti…

Loading…

Commenti

commenti