Francesco Arca a Tv Sorrisi e canzoni: “Da piccolo ero timido e rimbambito”

francesco arcaFrancesco Arca in questo periodo è impegnato con Pequenos Gigantes, il programma di Canale 5 che gli ha permesso di cimentarsi nel ruolo di giudice. L’attore ha raccontato a Tv Sorrisi e canzoni di diventare pallido ogni volta che vede le capacità dei piccoli partecipanti: “Ho capito quanto siano cambiati i tempi. Io alla loro età ero totalmente rimbambito, invece questi bambini sono pazzeschi, sono padroni dei loro mezzi e hanno piena consapevolezza delle loro opportunità. Fa effetto vedere bambini da 4 a 12 anni così preparati. Si esibiscono e poi vengono davanti a noi per essere giudicati come se nulla fosse”. Arca ha spiegato che lui da piccolo era molto timido: “Non avevo affatto velleità artistiche, ero timidissimo. Passavo i pomeriggi tra lo sport e la musica. Mi piacevano Battiato, Zucchero e Gianna Nannini, che è di Siena com me, e ne ero orgoglioso. E poi i Beatles, i Rolling Stones e i Queen. Ma la mia passione più grande erano i film: ogni sera ne guardavo uno. Tranne quando c’era la partita, perché da buon italiano medio amo il calcio. Penso che l’amore per il mio lavoro, che poi è sbocciato a distanza di tanti anni, sia proprio l’evoluzione della passione per il cinema che mi porto dentro da quando ero bambino”. Francesco Arca in questo periodo è anche impegnato a teatro con Giorgia Surina: “Quando noi uomini diventiamo papà è come se si aprisse ‘il chakra della sensibilità’. E se poi nasce una femminuccia… Relazionarmi in un talent coi bambini non può che farmi bene: passo tante ore in studio con loro, vedo come si comportano e prendo degli insegnamenti per fare il papà”.

Isola dei Famosi 2016, Alessia Reato: “La fame mi fa diventare una brutta persona”

Alda D’Eusanio a Domenica Live: “Non vergognatevi mai di denunciare una truffa”