Silvia Toffanin a Grazia: “Il segreto tra me e Pier Silvio Berlusconi? La lontananza!”

silvia-toffanin-grazia.jpgSilvia Toffanin ha posato per la copertina di Grazia e ha raccontato in un’intervista di quanto sia cambiata la sua vita da quando è diventata mamma per la seconda volta. Ecco le dichiarazioni della conduttrice di Verissimo: “Poco tempo fa, quando ero incinta, mi chiedevo come avrei potuto amare così tanto un altro bambino, dedicargli così tante attenzioni. Poi l’affetto si moltiplica senza che uno se ne renda conto: viene naturale”. Ma non solo. La conduttrice ha anche raccontato che le feste non le sono mai piaciute più di tanto: “In confidenza, le confesso che non le ho mai amate. In realtà sto bene a casa. Preferisco godermi la mia famiglia, passare del tempo con i miei figli e il mio compagno (Pier Silvio Berlusconi, amministratore delegato di Mediaset, ndr). E poi Verissimo per me è già una festa: lì mi vesto, mi trucco, incontro tante persone. È il mio lavoro ma è anche un modo per rompere la routine”. Anche se hanno due figli lei e Pier Silvio Berlusconi non sono ancora sposati. Per quanto riguarda le unioni civili, Silvia appoggia la causa e vorrebbe che i diritti delle coppie, siano essere gay oppure eterosessuali, vengano rispettati. Sulla maternità surrogata, invece, la Toffanin ha spiegato che non è molto d’accordo: “Sono contenta che in Italia non sia consentita. Chi ha avuto un bambino in pancia, sa che staccarsi da lui emotivamente è praticamente impossibile. Alcune donne sono costrette a farlo per gravi problemi economici, lungi da me giudicarle, ma io non lo riesco ad accettare”. Infine la bella Silvia ha spiegato che il segreto del rapporto con Pier Silvio Berlusconi è la lontananza: “Sentirne la mancanza e non vedere l’ora di riabbracciarlo è un sentimento importante che mi fa star bene: tiene vivo il nostro amore”.

Ballando con le stelle, Heather Parisi contro Asia Argento: “Ha ragione Selvaggia Lucarelli, sei sgraziata”

Uomini e Donne, Tara Gabrieletto: “Nessun accordo con Lucas Peracchi e Giulia Carnevali”