News Gossip, Wanda Nara contro l’ex Maxi Lopez: “Ha picchiato i nostri figli”. La replica del calciatore

icardi-maxi-lopez-wanda-naraContinuano i conflitti tra Wanda Nara e il suo ex Maxi Lopez. I due si sono lasciati dopo che Wanda Nara ha deciso di cominciare una storia d’amore con Mauro Icardi, collega e amico di Maxi Lopez. I conflitti tra i due ex coniugi però sono ancora forti e proprio nei giorni scorsi Wanda Nara ha accusato il suo ex di aver picchiato i loro figli: “Maxi si è presentato a casa mia, ha visto i bambini e li ha picchiati perché non volevano andare con lui: lo abbiamo denunciato. È entrato con a scusa di voler dare un bacio ai ragazzi: voleva portarli via in pigiama”. Il calciatore del Torino però non ci sta e ha deciso di difendersi attraverso un comunicato: “La giustizia argentina ha stabilito che io trascorressi le vacanze con i miei figli Valentino, Constantino e Benedicto dall’1 al 20 giugno nel luogo che decido io. Da quel giorno ho sofferto una serie di attacchi, denunce ed esposizioni mediatiche, sempre con menzogne. In questo caso mi sono recato in Argentina per stare con i miei figli come stabilito dalla giustizia e come è successo altre volte, Wanda Nara ha impedito la possibilità che io vedessi i ragazzi, al punto di andare negli Stati Uniti e lasciare i bambini con sua madre solo per tenerli lontani da me: i miei avvocati hanno cercato una soluzione ragionevole con la sua legale che negò l’incontro con la scusa che mancavano due quote delle spettanze alimentari”. Ma non solo. Maxi Lopez ha voluto raccontare anche come sono andate reamente le cose: “Così sono andato alla casa di Santa Barbara con tre dei miei migliori amici per avere testimoni, ma la madre si rifiutò di aprire la porta…. A quel punto è arrivato l’attuale marito della mia ex moglie (Icardi, ndr), che ha causato un clima ostile facendo piangere i miei figli. Davanti a questa situazione, che già è accaduta in Italia dove mi hanno accusato di sequestro dei miei figli, violenza e altre menzogne, ho deciso di andare via”.

Pubblicità